Genealogia Yesodiana

Con Genealogia Yesodiana s’intende una tradizione orale di matrice noddista. La dottrina ha in comune con l’ortodossia noddista sopratutto il postulare l’esistenza di una mitica città edificata dal Progenitore in qualche eone remoto. Nel noddismo tale progenitore è identificato con Caino e Enoch, suo infante, svolge il ruolo di legislatore della città (e Sovrano dopo la scomparsa del padre). La Genealogia Yesodiana parte da questa base per tracciare linee di discendenza delle stirpi vampiriche, volendo fare riferimento al Noddismo Ortodosso si ricorderà che quest’ultimo considera gli attuali Cainiti discendenti da tredici Antichi, chiamati Antidiluviani, a loro volta progenie di tre creature: Zillah, Irad e Enoch. Secondo la Genealogia Yesodiana sei di questi Antichi discendevano da Zillah, altrettanti da Irad, e Enoch, il cui nome originario prima di successive corruzioni linguistiche era Yesod, rimase sterile. Solo dopo il crollo della città che aveva contribuito ad edificare ( e di cui condivideva il nome) egli procreò, dando origine a 5 cainiti, tra i quali Triglav e Andeleon. Se ci cercasse una sovrapposizione tra la genealogia tracciata da Raimondo de la Vaquez (la forma più moderna del noddismo ) e della tradizione Yesodiana se ne dedurrebbe che coloro che Raimondo de la Vaquez chiama Tzimiske sono i diretti (e unici) discendenti di Enoch. Ad ogni modo la Genealogia Yesodiana, sopratutto nei secoli dell’Alto e Basso Medioevo, è stata piuttosto diffusa e influente in Europa Orientale giungendo ad avere una complessa articolazione politica e storica realizzata da quella sorta di Impero che fu il Voivodato.

Genealogia Yesodiana

Il Giardino della Fame Haematinon